23 Settembre 2017
immagine di testa


Media
percorso: Home > Media > Stampa
30-03-2017 - 786,12 KB - Stampa
icona relativa a documento con estensione pdf La ludopatia

Infuria in questi giorni la polemica sulla perizia richiesta dalla Lottomatic a Paolo Crepet per sostenere il ricorso al TAR contro il provvedimento varato dal comune di Bergamo al fine di limitare l´apertura di nuove sale gioco e regolamentare il loro accesso. Secondo lo psichiatra il provvedimento non si giustifica perché non vi sono correlazioni certe tra il numero di sale gioco ed il fenomeno della ludopatia affermando che la causa di questo disturbo va ricercata nella predisposizione della persona. Di parere opposto la Ministra della Salute che non esita a dichiarare che "il Disturbo da Gioco d´Azzardo non è solo un fenomeno sociale, ma è una vera e propria patologia, che rende incapaci di resistere all´impulso di giocare d´azzardo o fare scommesse in denaro che può portare a rovesci finanziari, alla compromissione dei rapporti e al divorzio, alla perdita del lavoro, allo sviluppo di dipendenza da droghe o da alcol fino al suicidio».
Si tratta di due tesi diametralmente opposte entrambe discutibili.

Segui la Pagina Facebook

Studio

Henri Margaron


Sito realizzato da www.rifranet.com